RIVELLINI (NAPOLI CAPITALE) SCRIVE AL PRESIDENTE EAV DE GREGORIO : ASSURDO IL “PREMIO” AI “LAZZARI” CHE NON PAGANO IL BIGLIETTO . MEGLIO IL “BIGLIETTO SOSPESO” !

RIVELLINI (NAPOLI CAPITALE) SCRIVE AL PRESIDENTE EAV DE GREGORIO : ASSURDO IL “PREMIO” AI “LAZZARI” CHE NON PAGANO IL BIGLIETTO . MEGLIO IL “BIGLIETTO SOSPESO” !

CRESCENZIO (ENZO) RIVELLINI

Via Posillipo 66/5

80123  NAPOLI                                                        Spett.le

Dott.re Umberto De Gregorio

Presidente EAV srl

Corso Garibaldi 387

80142 Napoli

Gentile Presidente,

il video dei “lazzari” che non hanno pagato il biglietto alla stazione di Torregaveta, fra risate e sfottò, è devastante. E’ devastante per la dignità di  tutti i napoletani innamorati della loro civiltà, è devastante per la consapevolezza del livello di “miseria morale”, oltre che materiale che hanno raggiunto i “lazzari” nella ns città, è devastante per il clamore negativo che il video, diventato virale, sta diffondendo, è devastante per i ns ragazzi, è devastante per il ns futuro, è devastante perchè si associa ad una città abbandonata alla prepotenza dei parcheggiatori abusivi e dei clandestini violenti.

Per carità sono convinto che  i “lazzari” siano una minoranza, ma se quel video non riceve una “giusta” risposta, può essere la “mazzata” finale ad una Napoli in difficoltà.

Per questo mi permetto, pur conoscendo le difficoltà del Suo lavoro, di dissentire sulla proposta di incentivare i “lazzari” a comprare il biglietto con un concorso a premio! Ma quale premio! Il biglietto, il vivere civile, il parcheggiare la vettura nelle strisce blue pagando il regolare tagliando senza essere  taglieggiato da violenti, il normale uso della città (dai trasporti, al poter respirare aria non inquinata da rifiuti di ogni genere, etc), è normalità nel mondo intero e deve diventarlo anche da noi.

Bene ha fatto a suggerire iniziative nelle scuole e fra i giovani, bene ha fatto a programmare una forte stretta sui controlli, ma il premio “a chi paga il biglietto” è un messaggio negativo che dobbiamo rifiutare.

Pensi a cosa penseranno nel mondo di Napoli, unica città del globo, dove per far acquistare il biglietto del tram bisogna incentivare la popolazione con ricchi premi e cotillons.

E se vuole “smuovere” la città dal torpore riprenda una storia di civiltà, tipica della Napoli Nobilissima, che meravigliò il mondo intero per la sua dignità (la pizza sospesa per i poveri), organizzando il “BIGLIETTO SOSPESO” per chi vuole pagare, oltre al suo, anche il biglietto a coloro che non ne hanno la possibilità.

Nel ringraziarLa per la Sua attenzione vorrei infine lanciare un’appello alla città intera che non deve subire passivamente questi accadimenti.

CRESCENZIO (ENZO) RIVELLINI (Presidente NAPOLI CAPITALE)

Se i super assenteisti sono “targati” 5 stelle

Se i super assenteisti sono “targati” 5 stelle

Ho voluto confrontare le mie statistiche al Parlamento Europeo con le statistiche del Parlamento Italiaano dove i 3 super assenteisti sono dei 5 stelle.Lo faccio non per un’inutile “gara” al piu’ bravo ma per ribellarmi alle “ridicole scuse” dei grillini (“questi sono come gli altri”). No “care stelline” questi non sono come gli altri (sono molto peggio) e gli altri non sono tutti uguali. Finitela con la demagogia,finitela con le chiacchiere,imparate qualcosa e cercate di mantenere ciò che avete promesso.Nel frattempo se vi rimane un pò di onestà chiedete scusa per le tante inutili sceneggiate che avete e fate ancora.

 

UN RAZZISTA CHIAMATO Luigi de Magistris- Non è un’offesa, ma un’opinione suffragata dai fatti.

UN RAZZISTA CHIAMATO Luigi de Magistris- Non è un’offesa, ma un’opinione suffragata dai fatti.

Abbiamo un #sindaco che per un titolo sui #giornali e per apparire sempre più bello alla demagogia di #sinistra è capace di azioni razziste. Nei confronti di chi? Semplice: dei cittadini #napoletani

Se sei d’accordo con me, alziamo insieme la #voce e facciamo sentire a Palazzo San Giacomo il nostro #disagio.

 

GUARDA IL VIDEO DEL MIO INTERVENTO 

IL PREMIER CONTE NEL SUO DISCORSO DIMENTICA IL SUD. PERCHE’?

IL PREMIER CONTE NEL SUO DISCORSO DIMENTICA IL SUD. PERCHE’?

Come mai il premier Conte, Foggiano, nei suoi interventi non parla mai del Sud?

Non parla del Meridione perchè noi non abbiamo poteri forti, non abbiamo peso giornalistico e mediatico, non abbiamo peso politico e neanche una degna rappresentanza politica. Se dimentica il Sud non passa “guai” (anzi) ma se dimentica il nord lo mandano a casa in un batter d’occhio.

Speriamo che l’alleanza Lega / 5 stelle sia solo governativa e non diventi politica perchè, in questa seconda ipotesi, Salvini potrebbe lasciare a Di Maio il Mezzogiorno,come è accaduto alle elezioni politiche,e per noi sarà la fine.

Difatti i leghisti sono tosti ed esperti e sapranno difendere la loro comunità mentre i grillini, inesperti , fumosi e divisi fra loro ideologicamente, non saranno in grado di difendere le ragioni del Popolo del Sud.e

E non ci facciamo illudere dal Ministero per il Sud, che come nel passato, speriamo non sia solo una passerella mediatica.