Con Bassolino,Pasquino,Fucito e Santoro presento il mio libro e discutiamo della buona e cattica politica

Doveva essere la presentazione del libro di Enzo Rivellini, già eurodeputato. Ma l’evento di venerdì pomeriggio che si terrà a via Verdi 35 alle 17,30, nel Palazzo del Consiglio Comunale di Napoli, è diventato un vero e proprio convegno, uno dei più interessanti degli ultimi tempi, attraverso cui esaminare gli ultimi vent’anni di storia della città di Napoli e della politica. Il parterre è di altissimo profilo: con Rivellini ci saranno a fare gli onori di casa Andrea Santoro (consigliere comunale al terzo mandato ed espressione della destra partenopea di AN e Fratelli d’Italia) e Sandro Fucito (ex Rifondazione e attuale esponente della Sinistra di De Magistris, attuale presidente del consiglio comunale), nonchè Raimondo Pasquino (esponente dei moderati ex DC, già presidente del consiglio comunale ed attuale presidente del Comitato per le Universiadi) ed Antonio Bassolino (gia Sindaco di Napoli, già Governatore della Campania e Ministro).
Una simile compagine ha spinto a concedere in via eccezionale l’utilizzo della Sala consiliare, raramente concessa per le iniziative politiche.
Sarà un dibattito, moderato dal giornalista Pietro Treccagnoli, che offrirà numerosissimi spunti di riflessione: a confronto ci saranno esponenti di forze politiche diametralmente opposte, con esperienze istituzionali importanti, generazioni diverse.
Tra le curiosità, spicca il ritorno di Bassolino nell’aula del Consiglio comunale di Napoli dopo tanti di anni che ne è stato componente da Sindaco. In realtà sarà la sua prima volta a via Verdi… Ai suoi tempi si utilizzava la ben più prestigiosa sala dei Baroni. Anche per Pasquino si tratta di un ritorno lì dove ha presieduto per cinque anni la massima assemblea cittadina.
Sintesi:
Venerdì 15 settembre ore 17,30 presso il Palazzo del Consiglio Comunale di Napoli di via Verdi 35 presentazione del libro di Enzo Rivellini “Non faccio nomi… solo cognomi”. Interverranno con l’autore Andrea Santoro, Sandro Fucito, Raimondo Pasquino e Antonio Bassolino.