Da Mussolini all’assassinio di Bob Kennedy: quando ricordare i “leader” diventa dovere morale

Da Mussolini all’assassinio di Bob Kennedy: quando ricordare i “leader” diventa dovere morale

50 anni fa con l’assassinio di Bob Kennedy finiva il sogno dell’America e dell’occidente e finivano gli ideali “buoni” di un 68′ che finirà per essere solo un evento di “costume”. Bob Kennedy fu un “grande” rivoluzionario,più incisivo anche se meno telegenico del fratello John, e come tutti i rivoluzionari aveva il mio rispetto. E non è una contraddizione tenere nel proprio Pantheon Mussolini, Bob Kennedy,Almirante,Mao,Ezra Pound …perché sono stati tutti grandi leader che hanno cercato di cambiare le cose sbagliate del loro mondo.

Non a caso, sottolineo il LORO mondo perché se desideriamo fare un paragone, ad esempio, fra il socialista #Mussolini e l’icona di tutti i socialisti del mondo,Bob #Kennedy, non possiamo che sottolineare che hanno vissuto in epoche differenti,in società e nazioni differenti e hanno affrontato problematiche differenti. Mussolini cambio’ la società, e aiuto’ le fasce deboli con le tante rivoluzionarie innovazioni che tutto il mondo ha poi copiato (l’orario di lavoro, le condizioni dei lavoratori dall’orario e le condizioni della mensa fino agli infortuni sul posto di #lavoro,dal salario minimo alla #pensione, dalla #sanità x tutti agli aiuti ai #contadini,dal sabato ricreativo per i più #poveri fini al sostegno per le famiglie numerose etc).

Bob Kennedy in un altro contesto e in un’altra epoca tentò di combattere le diseguaglianze e le ingiustizie ma fu fermato con le pistolettate di 50 anni fa. Per questo anche se ci sarà qualcuno che si scandalizzerà, oggi ricordo Bob Kennedy, come ricordo tutti i grandi leader del mio ideale “Phanteon”

IL PREMIER CONTE NEL SUO DISCORSO DIMENTICA IL SUD. PERCHE’?

IL PREMIER CONTE NEL SUO DISCORSO DIMENTICA IL SUD. PERCHE’?

Come mai il premier Conte, Foggiano, nei suoi interventi non parla mai del Sud?

Non parla del Meridione perchè noi non abbiamo poteri forti, non abbiamo peso giornalistico e mediatico, non abbiamo peso politico e neanche una degna rappresentanza politica. Se dimentica il Sud non passa “guai” (anzi) ma se dimentica il nord lo mandano a casa in un batter d’occhio.

Speriamo che l’alleanza Lega / 5 stelle sia solo governativa e non diventi politica perchè, in questa seconda ipotesi, Salvini potrebbe lasciare a Di Maio il Mezzogiorno,come è accaduto alle elezioni politiche,e per noi sarà la fine.

Difatti i leghisti sono tosti ed esperti e sapranno difendere la loro comunità mentre i grillini, inesperti , fumosi e divisi fra loro ideologicamente, non saranno in grado di difendere le ragioni del Popolo del Sud.e

E non ci facciamo illudere dal Ministero per il Sud, che come nel passato, speriamo non sia solo una passerella mediatica.

10000 stranieri assunti nei musei Campani!

De Magistris,De Luca,Minniti etc “stabilizzano” 10.000 stranieri nei musei.Dei tanti,delle migliaia di Italiani disoccupati chi se ne occupa’?  Nessuno!
Per chi ci governa,e governa un popolo di ITALIANI, non esistono e seppur esistessero non hanno nessun diritto!
VERGOGNA!
Alimentate il razzismo e lo scontro fra poveri, ma è tanto “chic” far finta d’essere buoni e pronti all’accoglienza, che non si preoccupano delle conseguenze.
Povera Italia, Poveri Noi che saremo costretti a fingerci extracomunitari per reclamare qualche nostro diritto.